0 Come Sta Il Mercato Immobiliare Inglese? - L&T LuxuryandTourism

Rispondo subito alla domanda del titolo: il mercato immobiliare inglese gode di buona salute.

La Brexit sembra un ricordo lontano, un evento che ha sicuramente fatto storia ma che adesso non fa più tanta notizia, almeno in Italia.

Catastrofi economiche, fuggi fuggi di persone, problemi per il commercio e l’industria…tante erano le prospettive apocalittiche che l’uscita dell’Inghilterra dall’Europa avrebbe portato con sé secondo gran parte dell’opinione pubblica e della stampa internazionale.

Vero è che un accordo specifico (al momento in cui sto scrivendo questo articolo) non è ancora stato definito, ma sono passati 2 anni dallo storico referendum che ha sancito la volontà popolare dei cittadini britannici di uscire dall’Europa.

Il mercato immobiliare inglese, oggi

Non desidero addentrarmi in analisi economiche, ma posso affermare con certezza che il mercato immobiliare inglese post Brexit gode di buona salute, perché la richiesta di immobili è alta e il trend è in continuo aumento.

La Brexit ha quindi fatto bene al mercato immobiliare inglese?

Non esiste una risposta certa, ma i dati confermano che nel paese e soprattutto nella città di Londra la richiesta di immobili è altissima e le percentuali aumentano giorno dopo giorno.

Le persone cercano casa, a Londra come nel Regno Unito in generale, vogliono comprare casa e vogliono fare investimenti immobiliari.

Non vi sono stati scossoni o crolli, i prezzi delle case a Londra sono in aumento come al solito e il mercato immobiliare inglese in generale se la passa decisamente bene.

Ci tenevo a raccontare questa realtà, perché molto spesso ad un epocale cambiamento storico segue un periodo di forte letargo informativo. A noi interessa il mercato immobiliare inglese e in particolare interessano gli investimenti immobiliari a Londra.

Ecco che la Brexit non ha minimamente toccato questo settore già florido, anzi, la richiesta di case sale giorno dopo giorno e la famiglie che stanno cercando un’abitazione stabile, a Londra come nel Regno Unito aumentano vertiginosamente in termini percentuali.

investimenti immobiliari in Inghilterra

L’Inghilterra chiede a gran voce nuove abitazioni

Lo si può toccare con mano a Londra e nelle altre città del paese e lo si può constatare dagli articoli della stampa britannica, notoriamente severa e molto incline a non sbilanciarsi su un argomento così delicato come gli investimenti immobiliari a Londra.

Un recente articolo dell’Independent ha ribadito che l’Inghilterra ‘necessita‘ della costruzione di 4 milioni di nuove case per fronteggiare l’enorme richiesta di abitazioni e di conseguenza di stanziare maggiori fondi per raggiungere obiettivi ambiziosi nel settore dell’immobiliare.

Questi dati non sono riportati a caso ma sono il frutto di una ricerca condotta dalla Heriot-Watt University, che ha rivelato numeri alla mano la necessità per la nazione di disporre di 3.91 milioni di case, in termini pratici di 340mila nuove abitazioni all’anno che devono assolutamente essere costruite entro il 2031 per rispondere alla richiesta nazionale di abitazioni.

L’obiettivo che la nazione si è imposta di raggiungere attualmente è di 300mila case e la percentuale di richiesta è salita del 169% dal 2010.

La previsione del numero delle famiglie che attualmente vivono in abitazioni ‘temporanee’ è in aumento, con una richiesta che interesserà 100mila persone nel 2020, a meno che il governo non si impegni ad attuare una politica incisiva sulle abitazioni private, sull’intermediazione degli investimenti immobiliari a Londra e sul social housing.

E proprio il social housing, ovvero la costruzione di case popolari è il tema più scottante e l’argomento che sta muovendo gli animi in UK.

Molte sono le autorità che parlano di emergenza reale, di una crisi della casa al contrario di come la possiamo intendere qui in Italia, ovvero basata sulla mancanza di immobili da abitare, soprattutto per quanto riguarda le abitazioni popolari, quindi destinate alle persone che non possono permettersi di acquistare o affittare una casa magari in posizioni più centrali o prestigiose.

Una voce importante è quella di Catherine Ryder, head of policy quindi direttrice strategica della National Housing Federation che rappresenta le associazioni immobiliari. Ryder ha dichiarato che il governo deve semplicemente prendere atto del problema in corso e impegnarsi a realizzare nuove abitazioni popolari così come revisionare il metodo di contrattazione dei terreni.

Il mercato immobiliare inglese ha quindi bisogno di case, popolari prima di tutto, ma anche di abitazioni di altra natura, perché la richiesta è elevata, molto elevata e interessa ogni città del paese.

Ai fini dell‘investimento immobiliare a Londra, lo scenario si traduce in un terreno fertile per chi desidera in questo momento storico fare una scelta di investimento precisa e basata su ricerche di mercato che dimostrano la reale necessità di abitazioni in UK.

Cosa cambia nei prezzi degli immobili a Londra nel post Brexit

Secondo te i prezzi post Brexit sono diminuiti?

Tanti hanno urlato al disastro, all’impossibilità di tornare ai valori immobiliari di un tempo, in una parola, la CRISI immobiliare era considerata imminente.

In realtà, i prezzi degli immobili non hanno subito la diminuzione che tanti auspicavano per riuscire ad acquistare un immobile in questa città, no, non è andata così.

Anzi, la richiesta è tutt’oggi superiore all’offerta quindi siamo ancora sbilanciati a favore del mercato immobiliare inglese.

Nello specifico un’analisi sui numeri che ho realizzato sul luogo (se desideri discuterne contattami cliccando qui sono felice di condividerla con te) dimostra che le zone più prestigiose, quindi Hyde Park e le aree limitrofe sono le più richieste e in queste zone i prezzi non hanno subito particolari riduzioni.

Forse l’unico dato in tal senso riguarda gli ultimi tre mesi dove risulta una lieve flessione del costo delle case.

Ma come spesso ho ribadito, il buon investimento immobiliare non deve essere valutato nel breve termine ma nel lungo termine ed è frutto dell’analisi di più fattori, tra gli altri i trend dei prezzi e la stabilità del mercato stesso.

Londra è stabile e i prezzi non accennano a diminuire, ma c’è una buona, anzi ottima notizia per chi vuole fare un investimento immobiliare in questa città.

investimenti immobiliari a Londra

Il grande gioco del cambio euro/sterlina

A favore di noi italiani o di chi ha come moneta l’euro, è fondamentale ricordare che in questi due anni di post Brexit è cambiato il maniera considerevole il rapporto di cambio euro/sterlina.

Tradotti in ‘soldoni’, un paio di anni fa prima dell’esito del referendum per comperare un pound serviva 1.4 euro, mentre oggi per comperare lo stesso pound sono sufficienti 1.10 euro circa.

Cosa significa il gioco del cambio?

Significa che acquistare casa a Londra con valuta euro diventa, in questo momento storico, molto interessante.

E spiega la percezione sbagliata della diminuzione dei prezzi in questa città, che è stata legata all’aumento del nostro potere di acquisto e non certo alla diminuzione del costo degli immobili che NON è avvenuta.

Perché gli immobili non costano meno, semplicemente due anni fa le case ci sembravano più care perché erano più costose a livello di cambio.

Due anni fa per acquistare casa a Londra in posizione centrale servivano circa 1 milione e 400mila euro, oggi ne ‘bastano’ poco più di 1 milione e 100mila. Il tutto considerando che il prezzo degli immobili non ha subito la diminuzione così spaventosa che era stata paventata a seguito del referendum anzi, il loro valore è rimasto stabile se non quando aumentato.

Il mercato immobiliare inglese è quindi in salute, il cambio è favorevole e queste sono le caratteristiche di un buon investimento immobiliare.

Come sempre è importante che tu consideri una condizione fondamentale che il mercato immobiliare inglese, nello specifico londinese ha da sempre dimostrato: questa realtà va approcciata con importi importanti, perché stiamo parlando di una città di 9 milioni di abitanti dove vale la pena investire in aree centrali o semi centrali per una buona riuscita del progetto.

Questa è la situazione del mercato immobiliare inglese post Brexit e questi sono i punti a favore di un investimento attuabile oggi.

Ti invito ad iscriverti alla newsletter per ricevere ulteriori info sugli investimenti immobiliari a Londra e in molte altre aree del mondo e a contattarmi per il nostro servizio professionale di consulenza immobiliare cliccando su questo link.

 

Shares