0 L'investimento immobiliare all'estero in ottica green | Blog LT

I parametri di valutazione di un investimento immobiliare all’estero non possono non tener conto della “qualità della vita e dell’impatto sull’ambiente” del paese stesso. Non sempre le valutazioni vengono fatte con lungimiranza e – troppo spesso – i fattori ambientali non vengono considerati con l’opportuna attenzione. Nel peggiore dei casi vengono immessi nel mercato immobili dall’alta redditività immediata ma che, dopo pochi anni, diventavano carrozzoni costosissimi, decontestualizzati e impossibili da ricollocare nel mercato.

Un paese che, un po’ in sordina o perlomeno lontano dai clamori e dalle mode, sta scalando in maniera inesorabile tutte le classifiche che tengono conto di questi elementi è sicuramente il Costarica.

Investimento immobiliare all’estero green: scopriamo il Costarica

Il Costarica sta crescendo e si propone come uno dei paesi più interessanti per l’investimento immobiliare all’estero di matrice ‘green. Si tratta di un luogo che, personalmente, sentiamo di poter consigliare per questi motivi:

paese più felice al mondo: ad attestare l’happy life del popolo costaricano è l’indice della felicità – l’happy planet index – che nella classifica del 2015 ha messo al primo posto il Costarica, seguito da Vietnam e Colombia.

produzione di energia sostenibile: “paese più green del pianeta“ con i suoi 5 milioni di abitanti, il Costarica ha raggiunto il 100% di energia da fonti pulite: idroelettrico (80%), geotermia (10%), eolico e solare. Aggiungiamo poi biofuel e i veicoli ibridi. Il nucleare qui non esiste e l’obiettivo è diventare un paese carbon neutral entro il 2021. Giusto per rendere l’idea, la Danimarca si è posta lo stesso obiettivo per il 2025. Per coerenza, il governo ha deciso di rinunciare a sfruttare i ricchi giacimenti di petrolio che si trovano sulle sue coste e il 99,4% del paese è raggiunto dalla corrente, nonostante oltre il 25% della sua area sia coperta da foreste e aree protette. Il Costarica ha inoltre la rete di telecomunicazioni più sviluppata del sud America, assieme all’Uruguay, che si è posto l’obiettivo del 90% di energia da fonti rinnovabili entro il 2016.

flora e fauna: il territorio è abbondantemente coperto da una ricca foresta tropicale e qui si può trovare la più vasta varietà di orchidee del mondo. Il Costarica vanta una fauna straordinaria: 864 specie di uccelli (quasi il dieci per cento delle specie del mondo), 250 specie di mammiferi, di cui più o meno la metà sono pipistrelli, 230 specie di rettili, 215 specie di anfibi e 1522 specie di pesci. Sono inoltre presenti 4 specie di scimmie. Il 27% dell’intero territorio e destinato a parchi nazionali o aree protette;
stabilita’ socio politica: nel 1949 l’esercito è stato abolito e le relative spese sono state destinate ad investimenti nella cultura e nella sanità, garantita e gratuita come l’istruzione (tasso di alfabetizzazione superiore al 97%) . Nel 1983 il paese ha dichiarato la sua posizione di neutralità e vanta una democrazia stabile da 120 anni;

clima: il clima in Costarica è molto piacevole, non solo durante la stagione secca, che si estende da dicembre ad aprile, ma anche durante la stagione delle piogge, che va da maggio a novembre. Lo stato vanta un clima tropicale, con una temperatura media di 22 gradi c (72 ° f), che aumenta notevolmente sulle zone costiere. Grazie a fattori come la posizione geografica, le condizioni meteorologiche, la formazione di catene montuose, montagne e valli, il Costarica è caratterizzato da microclimi differenti che danno origine a diversi tipi di vegetazione e fauna.

turismo: il paese ha ricevuto 2,53 milioni di turisti durante il 2014, con un incremento del 4,1% – circa 200.000 visitatori – rispetto ai 2,34 milioni del 2013. I turisti stranieri hanno mostrato un buon livello di spesa, in media, i visitatori sono rimasti mediamente 13 notti con una spesa media di 1.400 dollari a persona ( es. in Guatemala la spesa pro capite è stata di 730 dollari).
Investimento immobiliare all’estero: il Costarica ci ha convinti.

Buone, anzi ottime, sono le prospettive per chi desidera approfondire un investimento immobiliare all’estero con protagonista questo piccino ma virtuoso stato del pianeta. Il Costarica sa celare dei tesori naturali di grande interesse, che lo stato si propone, giorno dopo giorno, di tutelare al massimo. Chi è attento all’investimento green non può che ispirarsi a questo stile di vita e di gestione, una realtà particolare e densa di fascino.

Se desiderate ricevere informazioni sugli investimenti immobiliari in Costarica o in altre località del mondo vi invitiamo a contattare Gianluca Santacatterina, Ceo di Luxury&Tourism via mail info@luxuryandtourism.co.uk oppure visitate il nostro sito www.luxuryandtourism.co.uk con particolare attenzione alle sezioni blog e rassegna stampa.

Shares
Share This