0 Investimento Immobiliare Estero cosa è cambiato | Blog L&T

Per il ciclo ‘Dati’, prendiamo atto di una realtà che spesso ‘sfugge’ all’opinione pubblica, ma che merita di essere considerata per comprendere la natura dell’investimento immobiliare estero, oggi.

I dati relativi degli investimenti immobiliari esteri del 2004-2006 e, in generale, dei primi anni duemila, ci rivelano che le mete elette erano soprattutto europee.

L’investitore si rivolgeva all’Europa per il suo investimento immobiliare, e questo ci dimostra la volontà di restare ‘vicino a casa’, pur investendo in un paese diverso dall’Italia.

Ma qualcosa è cambiato nel corso degli anni. Ad esempio:

Nel 2004, il 23% degli investimenti immobiliari esteri sono stati effettuati in Francia.

Nel 2013, gli investimenti immobiliari in Francia hanno a malapena raggiunto la percentuale del 6%.

Il calo è stato, indubbiamente, clamoroso, e ha coinvolto anche altri paesi Europei come l’Irlanda, passata dal 9% all’1% o l’Europa dell’Est, dove gli investimenti sono scesi dal 19% al 10%.

Il ‘disinteresse’ per l’Europa può essere letto e interpretato in molti modi ma, in parallelo, è importante considerare che è salito l’interesse (e il conseguente investimento) per i paesi ‘lontani’, quali ad esempio gli Stati Uniti e i paradisi tropicali.

Investimento immobiliare estero: perché guardare lontano?

La prima ragione va ricercata nella presenza di strutture, come Luxury&Tourism, che hanno saputo accompagnare per prime le persone in un percorso di investimento proficuo, conosciuto e sicuro anche in terre lontane.

La buona proposta, interessante dal punto di vista economico e attraente per ragioni legate alle condizioni di vita, alla rendita e al trattamento fiscale, ha saputo conquistare gli investitori e oggi si propone come una realtà concreta.

All’offerta professionale si legano ragioni pratiche, quali l‘abbattimento dei costi di viaggio. Non dimentichiamo che qualche anno fa per raggiungere gli Stati Uniti servivano sicuramente molti denari da spendere in voli e in alloggi, mentre oggi, con l’avvento del web e con la diversificazione delle proposte, si può volare a New York in pochissimo tempo e con un impegno economico contenuto.

Le comunicazioni sono diventate più fluide, sono meno costose e hanno una natura immediata. Grazie al web è possibile comunicare in ogni parte del mondo in tempo reale, scambiare documenti e verificare le transazioni. Un’evoluzione così potente ha indotto le persone ad abbattere ogni frontiera, sia dal punto di vista fisico che psicologico, perché i tropici non vengono più intesi come una terra lontana e quasi irraggiungibile, ma come un luogo dove è possibile operare e fare buoni affari.

Ma ciò che conta, nella pratica, è disporre di un supporto operativo nella terra eletta per l’investimento immobiliare estero. Avere la sicurezza che il proprio consulente conosce, opera e si muove con sicurezza oltre Europa è il fattore cruciale, è ciò che ha reso l’investimento immobiliare estero vicino, anche quando viene concluso oltreoceano.

Luxury&Tourism è una delle prime realtà che ha saputo varcare le frontiere europee, costruendo proficui investimenti immobiliari all’estero. Per richiedere una consulenza personalizzata a Gianluca Santacatterina vi invitiamo a contattare Luxury&Tourism impiegando il form che trovate nel sito.

Shares