Oggi desidero parlarvi di curve, non quelle del Gran Premio di Formula 1, ma di curve del mercato immobiliare, in particolare del mercato immobiliare estero.

Proprio così, perché una delle domande più classiche che mi vengono poste dai clienti o dalle persone interessate è la seguente:

Gianluca, dove conviene investire in immobili all’estero?

Abbiamo spesso affrontato questa questione, ma oggi desidero parlarvene sotto un punto di vista diverso.

Faccio riferimento alle curve perché sappiamo che ogni mercato immobiliare è caratterizzato dagli andamenti: il mercato sale e il mercato scende, crea delle curve in ascesa o in discesa.

Saper leggere queste curve è benefico ai fini degli investimenti, perché ci aiuta a capire se essi si trovano nel punto ‘giusto’ del grafico.

In che senso Gianluca? Vi starete chiedendo….

La storia ci insegna che i prezzi salgono e scendono, che un mercato può salire velocemente e, viceversa, scendere nel corso del tempo, il tutto per ragioni multiple.

Considerando una pluralità di fattori è possibile capire se il mercato immobiliare di un certo paese si trova nel punto giusto della curva e quindi lavorare per dare vita a un investimento immobiliare ragionato ma, soprattutto, vincente.

Dove conviene investire in immobili all’estero, oggi? Un esempio pratico

Abbiamo considerato che ogni area del mondo è caratterizzata da un mercato immobiliare che mostra, nel corso del tempo, delle curve definite.

Mi trovavo qualche giorno fa in un vero e proprio paradiso tropicale, l‘isola di Holbox nello Yucatàn, in Messico. Quest’isola era, fino a un anno e mezzo fa, difficile da raggiungere: servivano ben tre ore e mezzo di viaggio e il percorso era a dir poco accidentato. Da poco è stata costruita una strada comoda e facile da percorrere, che permette di raggiungere questo paradiso in circa un’ora e mezza di tempo.

Se leghiamo questo aspetto logistico con altri dati relativi al mercato vero e proprio di questo angolo della terra, lo associamo quindi all’aspetto economico, fiscale e legislativo, possiamo renderci conto della posizione di quest’isola nella curva degli investimenti immobiliari.

Ora, nessuno possiede la sfera di cristallo, ma possiamo lavorare sulla lettura dei dati e, grazie a una raccolta precisa di informazioni, comprendere quando è il momento ‘buono’ per investire in immobili all’estero.

Chi può dircelo? La raccolta dei dati e la loro interpretazione può essere personale, ma sicuramente la professionalità e la competenza degli esperti che lavorano sul campo può fornire dati, letture e analisi legate alla realtà e, soprattutto, abili nel considerare l’evoluzione immobiliare di un certo paese.

Dove investire in immobili: lo facciamo un paragone con l’Italia?

Sì, perché ancora una volta la presa di coscienza che il mercato estero è in continua evoluzione ci fa riflettere sulla realtà del nostro paese. La storia ci insegna che i prezzi degli immobili, a un certo punto, salgono. A questa condizione fa seguito l’iniezione sul mercato di importanti quantità di immobili e, di conseguenza, si  può verificare lo scoppio della bolla immobiliare. L’Italia, attualmente, dimostra un mercato immobiliare ‘bollito‘, che non ha prospettive brillanti per il futuro, che non si rivela essere attraente per chi desidera investire nel mattone.

Il valore e il prezzo di un certo immobile può essere condizionato da certi fattori, che aiutano a posizionare quel determinato mercato nel ‘punto giusto’ della curva.

Ecco perché invitiamo gli investitori e le persone interessate a pensare con calma alle grandi prospettive del mercato estero, e ad affidarsi a uno studio preciso e definito di tutti gli aspetti basilari e complementari dell’area di interesse.

La domanda ‘Dove conviene investire in immobili all’estero?‘, può quindi diventare: ‘A che punto è la curva di questo preciso mercato?’. Ecco che, in questo modo, l’analisi può essere lungimirante e l’investimento immobiliare può diventare decisamente più attento e proficuo nel suo complesso.

Gianluca Santacatterina aiuta chi desidera investire all’estero con una consulenza personalizzata in materia. Per richiederla vi invitiamo a contattare Gianluca via mail, telefono o impiegando il form di contatti che trovate in questo sito.

Shares